Premijera BACIAMI, CATE / POLJUBI ME, KATO
Bella & Samuel Spewack, Cole Porter

Il Dramma Italiano in collaborazione con il Dramma Croato, l'Opera e il Balletto / Talijanska drama u suradnji s Hrvatskom dramom, Operom i Baletom
Traduzione e libretto / Prijevod i prepjev:
Adattamento / Adaptacija:
Igor Weidlich
Direzione musicale / Glazbeno ravnanje:
Regista e coreografa / Redateljica i koreografkinja:
Scenografia / Scenografkinja:
Costumista / Kostimografkinja:
Disegno luci / Oblikovanje svjetla:
Progettista del suono / Oblikovatelj zvuka:
Direttrice del coro / Zborovoditeljica:
Assistente coreografa / Asistentica koreografkinje:
Silvia Varelli
Assistente alla regia / Asistent redateljice:
Adattamento canzoni / Adaptacija pjesama:
Raccordo traduzione e adattamento / Prilagodba prijevoda i adaptacije:
Ruoli / Uloge:
Lilli Vanessi / Cate: Leonora Surian Popov
Bruno Cambieri / Petruccio: Mirko Soldano
Antonio Toni Franić / Lucenzio: Stefano Surian
Leona Car / Bianca: Elena Brumini
Gangster 1: Lino Brozić
Gangster 2: Mario Jovev
Bepo Morozin / Baptista: Aleksandar Cvjetković
Gordan Horvatin: Bruno Nacinovich
Keti: Karolina Šober
Gremio: Andrea Tich
Tassista / Hortensio: Brian Boccuni
Operatori di scena / Ensemble // Scenski radnici / Ansambl:
Suggeritrice / Šaptačica:

Première / Premijera: 20 settembre 2021 / 20. rujna 2021.

Produzione in collaborazione con Concord Theatricals Ltd., per conto di Tams-Witmark LLC. www.concordtheatricals.co.uk. / Produkcija u suradnji s Concord Theatricals Ltd., u ime Tams-Witmark LLC. www.concordtheatricals.co.uk.

 

Nelle ultime tre stagioni, lo “Zajc” ha, a risposta alle reazioni del pubblico e della critica, prodotto tre musical di grande successo. Ogni stagione proponiamo un nuovo titolo e un nuovo successo davanti ad un pubblico sempre numerosissimo. I testi e le canzoni di famosi musical sono stati tradotti in croato e messi in scena sul nostro palcoscenico, eseguiti da un cast composto dal Dramma Italiano, Croato, con le indispensabili forze di danza e canto degli ensemble del balletto e dell’opera. C’è una ricca tradizione di “musical” anche in Italia, quindi è tempo che il nostro pubblico, i nostri Fiumani, sperimenti il musical in lingua italiana!
/
Tijekom protekle tri sezone „Zajc“ je, sudeći po reakcijama publike i kritike, s velikim uspjehom producirao tri mjuzikla. Svake sezone imamo novi naslov i novi hit pred uvijek iznova punim gledalištem. Tekstovi i songovi slavnih mjuzikala prevedeni su na hrvatski i postavljeni na našu scenu, odigrani u sjajnoj podjeli Talijanske i Hrvatske drame, uz neizostavne plesačke i pjevačke snage ansambala Baleta i Opere. Bogata je tradicija postavljanja mjuzikla i u Italiji, stoga je vrijeme da naša publika, naši Fiumani, dožive mjuzikl na talijanskom jeziku!

 

Lo spettacolo dura due ore e trenta minuti con una pausa. / Predstava traje dva sata i trideset minuta, izvodi se s jednom pauzom.

Che grande onore e, d’altra parte, che gran responsabilità prendere in mano il libretto di un classico scenico-teatrale quale “Baciami, Cate” ed avere per giunta l’opportunità di lavorare sull’adattamento e sulla traduzione dei testi lirici e in prosa. Perché questo musical di Cole Porter rappresenta una bella sfida che con venerazione affrontano anche oggi le più famose scene del mondo. Ogni parola, ogni sillaba, ogni nota e accento devono esser collocate al posto giusto, senza eccezioni, questo è ciò che il pubblico si aspetta ed è il tesoro sotteso a questo spettacolo.

È perciò difficile per me celare l’emozione che ho provato quando mi è giunto l’invito del TNC Ivan de Zajc di Fiume e della regista e coreografa Tihana Strmečki a diventare membro della loro squadra creativa. In precedenza ho avuto occasione di lavorare con l’esperta e creativa Tihana e il direttore musicale Filip Gjud ad altri grandi musical, una collaborazione coronata da assoluta mutua comprensione del processo creativo, delle modalità di lavoro e delle attese, ed è sempre stato un piacere di per sé.

Poi la traduzione della lirica e della prosa affronta la sua prima prova – gli artisti esperti, l’ensemble, coloro che hanno il TNC quale seconda casa e che infondono vita alle parole su carta. È superfluo dire del sollievo e della fierezza, per non parlare dell’onore, nel vedere le risa e la giocosità degli artisti alle prime prove, letteralmente al solo principio del processo. Diventare per la prima volte parte della magia creata dalle belle persone del TNC Ivan de Zajc non ha prezzo. La prova finale è il pubblico: per un suo applauso, specialmente di questi tempi, il teatro respira.

“Baciami, Cate” è un vero gioiello, un’opera che sotto al ludico variopinto e frivolo, sotto l’umoristico e gl’indimenticabili numeri musicali, cela una complessa critica del rapporto tra uomini e donne ma anche di diverse questioni sociali attuali. Un musical senza peli sulla lingua che cattura il pubblico e solleva numerose questioni ma offre, allo stesso tempo, un riscatto catartico, una riconciliazione, un lieto fine.

Il compito di questo adattamento fiumano non è stato per niente facile – inserire una vicenda classica in un contesto moderno. Tuttavia, è proprio questo il fascino dei classici, sono sempre attuali, offrono sempre un’ispirazione nuova e creano nuove passioni. Perciò non scema l’emozione nata quando sono diventato membro della squadra creativa, anzi, cresce quanto più si avvicina la messa in scena. Ma con questa splendida squadra creativa e produzione, e in particolare con ciascuna persona che darà vita a quest’opera in scena, sono convinto che il successo non mancherà e che il TNC attribuirà ad un ennesimo classico del musical lo spazio che si merita.

Koliko je velika čast, a s druge strane velika odgovornost primiti u ruke libreto glazbeno-scenskog klasika kao što je „Kiss me, Kate“ i potom dobiti mogućnost raditi na prijevodu, prepjevu i adaptaciji. Jer, ovaj mjuzikl Colea Portera predstavlja ‘velik zalogaj’ s kojim se uz veliko poštovanje i dan danas u koštac hvataju vodeće svjetske pozornice. Svaka riječ, slog, nota i naglasak moraju biti na pravom mjestu, bez iznimki, to je ono što publika očekuje, i to je dragulj koji ovo djelo u sebi skriva.

Stoga je teško sakriti uzbuđenje koje sam osjetio u trenutku kad su me iz HNK Ivana pl. Zajca u Rijeci te redateljica i koreografkinja Tihana Strmečki pozvali da postanem dio kreativnog tima. S iskusnom i nadasve kreativnom Tihanom te glazbenim ravnateljem Filipom Gjudom imao sam priliku raditi na velikim mjuziklima i ranije, što uvijek vrlo brzo rezultira potpunim međusobnim shvaćanjem kreativnog procesa, načina rada i očekivanja, to je užitak sam po sebi.

No prijevod i prepjev tada dolaze na svoj prvi test – pred iskusne izvođače, pred ansambl, pred ljude kojima je HNK drugi dom, i koji će upravo te napisane riječi oživjeti. Ne treba ni reći koliko je olakšanje i ponos, a pogotovo čast vidjeti smijeh i zaigranost izvođača na prvim probama, doslovno na samom početku procesa. Po prvi put postati dijelom čarolije koju stvaraju divni ljudi u HNK Ivana pl. Zajca zaista je neprocjenjivo. A konačan test je publika, za njihov aplauz, pogotovo u vremenima u kojima sad živimo, kazališta dišu.

„Poljubi me, Kato“ zaista jest dragulj, djelo koje ispod lake i šarolike igre, humora i nezaboravnih glazbenih brojeva, skriva kompleksnu kritiku muško-ženskih odnosa, ali i brojnih drugih društvenih aktualnosti. U biti, mjuzikl bez dlake na jeziku dopire do publike i otvara brojna pitanja, a opet nudi i određenu katarzu, iskupljenje, pomirenje, sretan kraj. Uz obilje smijeha, naravno.

Zadatak ove riječke adaptacije nije bio nimalo lak – uklopiti klasičnu priču u današnje okruženje. No to i jest čar klasika, uvijek su aktualni, uvijek daju novu inspiraciju i stvaraju nove kreativne zanose. Zato ono uzbuđenje koje se rodilo od kada sam postao dio kreativnog tima ne prestaje, nego je sve veće što je mjuzikl bliže svojim prvim izvedbama pred publikom. Ali uz ovaj divni kreativni tim i produkciju, a pogotovo svaku pojedinu osobu koja će ovo djelo oživjeti na pozornici, uvjeren sam da uspjeh ne može izostati i da će HNK još jednom mjuzikl-klasiku dati prostor kakav mu i pripada.

La musica del musical “Baciami, Cate” rende meglio di qualsiasi altra opera il fascino dell’epoca d’oro del teatro e della cinematografia statunitensi. Eccezionalmente sfarzoso, mette in perfetto equilibrio lo swing dell’allora popolarissima orchestra jazz Big band ed il suono classico del Sette-Ottocento con costante presenza di elementi parodianti famose opere di Verdi e numerose operette che culminano nella resa del pezzo tradotto come “Gdje je moj stari život sad” (“Where is the life that late I led”).

Il musical è stato composto da Cole Porter in reazione all’enorme successo dell’epoca “Oklahoma!” ed ha immediatamente conquistato il cuore del pubblico e della critica come anche numerosi premi tra cui cinque statuette “Tony” nel 1949.
Dietro a sé ha lasciato una serie di canzoni che nel tempo sono diventate dei famosi standard della musica jazz come “Too darn hot” e “So in love”. In seguito il musical è stato allestito sui palcoscenici di tutto il mondo incluso quello del TNC di Fiume.

La sua stella ha brillato per una seconda volta, in veste nuova, nel 1999 quando è stato allestito a Broadway. Con nuovi arrangiamenti e splendide orchestrazioni firmate Don Sebesky il musical ha riconquistato i cuori delle nuove generazioni – un pubblico giovane, ed una squadra creativa nuova. In veste di direttore musicale di “Baciami, Cate” ho il privilegio di creare, affiancato da un’orchestra incredibile, attori, cantanti e ballerini, un mondo magico, un’oasi scenico-musicale in cui tutti, almeno per un momento, potremo distaccarci dalla quotidianità e godere di tutti gli attributi teatrali e del musical.

Glazba mjuzikla „Poljubi me, Kato” najbolje prikazuje svu čar takozvanog zlatnog doba američkog kazališta i kinematografije. Izrazito raskošan, savršeno balansira između tada popularnog Big band – swing zvuka, te klasičnog zvuka 18. i 19. stoljeća uz konstantno prisutne elemente parodije na popularne Verdijeve opere i mnoge druge operete koje se u potpunosti ostvaruju u pjesmi „Gdje je moj stari život sad”.

Mjuzikl je napisao Cole Porter kao reakciju na tadašnji veliki hit „Oklahoma” i ubrzo je osvojio srca publike i kritike, pa tako i mnoge nagrade, uključujući pet „Tonyja” 1949. godine. Iza sebe je ostavio niz poznatih pjesama koje su kroz vrijeme postale popularni jazz standardi, poput „Too darn hot” i „So in love”. Nakon toga je mjuzikl postavljen na pozornice diljem svijeta, uključujući i riječki HNK.

No, zasjao je u jednom novom ruhu 1999. godine na Broadwayu. S novim aranžmanima i sjajnim orkestracijama koje potpisuje Don Sebesky ponovno je osvojio srca novih generacija – mlađe publike, a i ovog kreativnog tima. Kao glazbeni ravnatelj ovog mjuzikla imam čast s nevjerojatnim orkestrom, glumcima, pjevačima i plesačima stvoriti jedan magičan svijet, jednu glazbeno-scensku oazu u kojoj se svi, barem na trenutak, možemo odvojiti od svakodnevice i uživati u svim posebnostima mjuzikla i kazališta.

Il musical “Baciami, Cate” è l’adattamento comico de “La bisbetica domata” di Shakespeare in cui tra amore, passione e commedia seguiamo un’avvincente trama in scena e dietro le quinte. Qui parallelismi narrativi della struttura metateatrale s’intersecano, si oppongono, si completano nella resa a tutto tondo della lotta tra i sessi in atto nel mondo e rinascimentale e contemporaneo. Senza sforzo alcuno trascendiamo i limiti che separano l’arte (il contenuto dello spettacolo in allestimento) e la realtà (la vita degli attori che l’allestiscono), sbirciando nell’emozionante retroscena della realtà teatrale.

I dialoghi comici, la genialità musicale di Cole Porter e l’energico materiale coreografico della danza pongono in giustapposizione l’età shakespeariana e quella moderna, per cui mi è sembrata logica la scelta di una regia volta all’equilibrare principi maschili e femminili. Allo stesso tempo, per omaggiare il Bardo ma celebrare anche la parità dei sessi per la quale ancor oggi ci battiamo, il principio maschile si afferma con più espressione ne “La bisbetica”, mentre quello femminile si palesa nei rapporti e nelle situazioni dell’allestimento dello spettacolo. Quest’ultimo si svolge nell’età contemporanea e proprio in questo teatro, per cui l’elemento italiano è significativo nella dimensione dell’origine dei personaggi, nell’uso della lingua e dei riferimenti culturali, valori aggiunti che contribuiscono alla passione ed all’eleganza che donano enfasi ad entrambe le trame.

Il musical è una delle forme scenico-musicali più complesse proprio perché esige dalla regia conoscenze nel campo della recitazione, della danza e del canto quali unità individuali, e competenze tecniche che rendano le unità naturalmente armoniche e complementari. Allestendo questo musical nel duplice ruolo di regista e coreografa, grazie ad un’eccellente squadra creativa e un ensemble d’eccezione, ho avuto l’opportunità di fondere l’interpretazione drammatica, il movimento e il canto in un filone narrativo che il pubblico seguirà con interesse. Sono proprio questi, secondo me, i pilastri che rendono il teatro tempio della nostra anima e sostengono l’arte nella nostra vita. Questo spettacolo offre un distacco dalla quotidianità in cui il pubblico potrà riconoscersi, farsi delle domande, emozionarsi e da cui – me lo auguro – potrà trarre ispirazione.

Mjuzikl „Poljubi me, Kato” komičnaje adaptacija Shakespearove „Ukroćene goropadnice” u kojoj kroz ljubav, strast i komediju paralelno pratimo uzbudljivu radnju na sceni i iza nje. Narativne se paralele metakazališne strukture predstave isprepliću, suprotstavljaju i nadopunjuju kao jedinstvena cjelina analize borbe spolova u suvremenom i renesansnom svijetu. S lakoćom prelazimo granice između umjetnosti (sadržaja predstave koja se postavlja) i realnosti (života glumaca koji je postavljaju), što daje uvid u uzbudljivi zakulisni svijet kazališta.

Komični brzi dijalozi, glazbena genijalnost Colea Portera i energični plesni materijal stavljaju u jukstapoziciju Shakespeareovo i suvremeno doba zbog čega mi se usklađivanjemuško-ženskih principa nametnulo kao logičan režijski koncept. Kako bih istovremeno odala počast Bardu i slavila ravnopravnost spolova za koju se i dandanas borimo, muški je princip očitije zastupljen u „Goropadnici”, dok je ženski izražen u odnosima i situacijama postavljanja predstave. Ono se odvija u suvremeno doba upravo u ovomkazalištu zbog čega je i talijanska komponenta vrlo zastupljena u vidu podrijetla likova, korištenja jezika i kulturnih referenci, čime predstava dobiva na strastvenosti i eleganciji koje podcrtavaju obje radnje.

Mjuzikl je jedan od najzahtjevnijih glazbeno-scenskih formi upravo zato što se u režiji podrazumijeva znanje iz područja glume, plesa i pjevanja kao individualnih cjelina te poznavanje tehnika kojima se one prirodno nadopunjavaju. U postavljanju ovog mjuzikla u dvostrukoj sam ulozi redateljice i koreografkinje dobila priliku uz vrhunski ansambl i kreativni tim glatko pretočiti glumačku interpretaciju, pokret i pjevanje u narativnu liniju koju će publika pratiti sa zanimanjem. Za mene su upravo to stupovi koji podupiru kazalište kao hram naše duše i umjetnost naših života. Ova predstava pruža odmak od svakodnevnice u kojoj se publika može prepoznati, zamisliti, oduševiti i nadam se – inspirirati.

Foto & Video galerija

 

Partner mediatico / Medijski pokrovitelj